Quanto spesso entrate in intimità con la vostra partner? Molti persone risponderanno a questa domanda in modi diversi. Se si pone questa domanda a un ragazzo nei diversi anni del suo percorso di vita, probabilmente riceverete opinioni diverse.

Sebbene l’aumento del numero di anni non debba rappresentare un ostacolo per una completa vita passionale, in molti uomini l’attività sessuale dopo i quaranta anni va in declino. In questo blog apprenderete le cause di tali problemi, metodi di riacquisizione del benessere maschile e di altri importanti aspetti.

Perdita della libido

La bassa libido rappresenta un riconosciuto problema che riguarda molti ragazzi in un determinato momento della loro vita. Questo grave disturbo influisce su tutti gli aspetti della vostra vita, compresa la vita sessuale.

Sebbene la riduzione di interesse verso il sesso opposto può diventare la causa di agitazione nei rapporti e danneggiare la sicurezza in sè, spesso è possibile controllarla se viene identificata la causa principale del disturbo.

Dal momento che la soddisfazione a letto svolge un ruolo cruciale nella salute mentale e fisica degli uomini, la mancanza di desiderio verso la partner merita un’attenzione non inferiore rispetto a qualsiasi altra malattia.

L’impotenza è uno sgradevole malanno a causa del quale l’uomo non è in grado di raggiungere o mantenere l’erezione.

Proprio l’impotenza rappresenta la principale fonte della perdita dell’attività sessuale. Questo problema colpisce milioni di ragazzi in tutto il mondo nel quinto decennio di vita, sebbene non sempre questi problemi siano seri.

Cause la diminuzione dell’attività sessuale in età avanzata

I malanni intimi nella mezza età sono altrettanto naturali come la diminuzione del volume della fibra muscolare, perdita parziale dell’acuità visiva e perdita dell’udito legata all’età. Le ragioni di questi cambiamenti non sono solo l’invecchiamento del corpo, ma anche:

  • Disturbi emotivi;
  • Bassa produzione di insulina;
  • Problemi con vasi piccoli e grandi;
  • Rallentamento del metabolismo;
  • Disfunzione del sistema nervoso periferico;
  • Alta pressione sanguigna;
  • Carenza di ormoni sessuali;
  • Problemi di carriera o licenziamento dal lavoro.

Come mantenere il piacere dell’intimità dopo i 40?

Se avete riscontrato che si sono verificati cambiamenti qualsiasi della funzione sessuale, non aspettate che diventino un problema veramente serio.

Prendetevi cura della salute del vostro cuore. La funzione sessuale viene controllata, in particolare da parte del movimento del sangue attraverso i vasi nei vostri organi. Se migliorate la salute dei vostri cuore e vasi sanguigni, migliorerete la vostra vita sessuale.

Siate fisicamente attivi. uno stile di vita attivo vi aiuteranno a:

  • Irrobustire il corpo;
  • Migliorare il sex appeal;
  • Riportare i livelli di testosterone alla normalità;
  • Migliorare la capacità sessuale.

Scegliete bevande di uva nera. Uno studio, ovviamente italiano, ha stabilito che chi consuma uno o due bicchieri di vino rosso tutti i giorni si lamenta meno del disturbo erettile.

Assumete pillole sessuali. Le abitudini salutari possono rivelarsi assai utili per il miglioramento del benessere soprattutto nel quinto decennio di vita. Tuttavia tali cambiamenti non sempre sono in grado di fornire un rapido risultato.

Non rimandate la soluzione dei problemi. Studiate il ranking delle pillole per l’erezione. Scegliete farmaci efficaci in grado di farvi godere i rapporti con la partner anche dopo 40 anni.